header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

“8 MARZO, ANCORA LONTANI DALLA PARITA’”

DICHIARAZIONE DELLA CONSIGLIERA DI PARITA’ DELLA PROVINCIA DI LECCE FILOMENA D’ANTINI SOLERO

“La Giornata Internazionale della Donna, comunemente però definita Festa della Donna, è un giorno di celebrazione per le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne ed è una festività internazionale celebrata in diversi paesi del mondo occidentale l’8 marzo”.

“L’8 marzo era originariamente una giornata di lotta, specialmente nell’ambito delle associazioni femministe: il simbolo delle vessazioni che la donna ha dovuto subire nel corso dei secoli”.

“Ad oggi sono state fatte numerose conquiste in vari settori anche se gli stereotipi di genere e la misoginia diffusa, rappresentano ancora una barriera culturale per il raggiungimento della parità”.

“I diffusi fenomeni di violenza di genere, i dati allarmanti in Italia del femminicidio,  ovvero una vittima ogni 3 giorni, il tasso di occupazione femminile in Italia pari al 34,6% e che scende in Puglia al 22,1% e in Provincia di Lecce  al 22,3% secondo Fonte Istat per l’anno 2014, la scarsa presenza delle donne nei CDA, in Politica e nelle postazioni di vertice sono il segno di una parità che non c’e’”.

“Sul versante della violenza di genere il Piano nazionale contro la violenza di genere e lo stalking per il 2015 ancora non è stato adottato e non ci rassicurano le dichiarazioni della consigliera per le Pari Opportunità di Palazzo Chigi sul potenziamento dei centri anti violenza e delle case rifugio senza un piano nazionale”.

“Chi avrà il compito di tirare le fila per la stesura definitiva del Piano Nazionale,   dovrà porre molta attenzione nel riconoscere un ruolo strategico ai centri antiviolenza per la molteplicità delle azioni che promuovono, per la cultura di cui sono portatori, per il lavoro fatto in questi anni nel riconoscimento della violenza maschile contro le donne e nel suo contrasto”.

“In Provincia di Lecce esiste un Piano Provinciale con 6 Centri Anti violenza e una casa rifugio, collocati a Lecce, Squinzano, Galatina, Parabita, Specchia. Di recente l’attivazione di un altro CAV nel Comune di Castrignano dei Greci, punto di riferimento per la Grecia Salentina; c’e’ il rischio però che se il Governo non vara il Piano Nazionale, i Cav e le case rifugio esistenti in assenza di risorse possano non dare più adeguate risposte alle vittime di violenza”.

“L’augurio è che l’8 Marzo 2015 rappresenti per tutti una giornata di riflessione sul percorso ancora da fare per raggiungere la parità e faccia comprendere al Governo che attivare leve fiscali per incentivare l’occupazione femminile nei periodi di crisi può ingenerare sviluppo e crescita economica”.

“L’usanza di regalare mimose in occasione dell’8 marzo è simbolo di moralità e pudicizia. Secondo una antica leggenda, si narra, a proposito della virtù della pudicizia, che un pastore perdutamente innamorato di una ninfa che, non riuscendo a dominare la sua passione, la perseguitava senza tregua costringendola, per difesa, a nascondersi nei boschi. Alla fine la fanciulla, esausta per gli attacchi al suo pudore, supplicò il dio delle nozze, Imene, di mutarla in un fiore, e fu trasformata in mimosa. Tuttavia nel corso degli anni il vero significato di questa ricorrenza è andato un pò sfumando, lasciando il posto ad una ricorrenza caratterizzata anche – se non soprattutto – da connotati di carattere commerciale”.

“L’origine di questa festa resta, però, il simbolo delle vessazioni che la donna ha dovuto subire nel corso dei secoli e festeggiare questa ricorrenza riunendosi in gruppi massicci, di sole donne, che nella sera dell’8 marzo, affollano ristoranti e pizzerie e alla fine della serata si buttano su torte mimose e strip-tease fatti da uomini, sembra degradare il significato dell’8 marzo e lo stesso significato di essere donna”.

Nessun Commento

Sia i commenti che i trackback sono disabilitati.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Spiacente, i commenti sono chiusi.