header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

A Luigi Russo il premio Galantuomo 2014

Il premio dell’associazione Don di Nanni perché “capace di trasmettere al volontariato una visione prospettica e a trasformarlo in un soggetto attivo per la difesa e lo sviluppo dei Beni Comuni”

Due giornate speciali per festeggiare il Concorso internazionale di Poesie “Il galantuomo” si svolgono a Lecce il 12 e il 13 maggio 2014. Giunta all’ottava edizione, la manifestazione promossa dall’associazione di volontariato “Li Scumbenati alias don Di Nanni” quest’anno premia 92 persone su ben 367 che sono i poeti che in questa edizione si sono cimentati nel concorso in lingua e vernacolo salentino. I poeti vincitori sono individuati tra alunni delle scuole primarie, secondarie inferiori e superiori e adulti provenienti da tutta Italia.

Il premio “Galantuomo dell’anno 2014” è stato assegnato a Luigi Russo, presidente del CSV Salento, con la motivazione che qui di seguito si riporta. “Abbiamo voluto premiare il Presidente del CSV Salento Luigi Russo, e tramite lui anche lo staff del CSVS – si legge nella comunicazione – per il grande lavoro che in questi anni ha fatto, in favore del mondo associativo salentino, con competenza e professionalità, seppure attraverso un impegno esclusivamente volontario. Il suo impegno e quello dell’associazione che egli presiede, ha permesso a tutti noi volontari di sentirci meno soli, meno abbandonati in un ambito sociale in cui conti solo per la forza economica, piuttosto che per la qualità delle azioni che vai a fare, e in cui rischi in ogni momento di venire spinto ai margini da logiche di potere incomprensibili. Russo è stato capace di trasmettere al nostro sistema, il volontariato, una visione prospettica, e a trasformarlo in un soggetto attivo per la difesa e lo sviluppo dei Beni Comuni, nell’ambito sociale, culturale, ambientale, dei diritti”.

“È un onore per me ricevere questo premio – dichiara soddisfatto Luigi Russo. Intanto per il valore contenuto nel premio: i ‘galatuomini’, cioè gli uomini onesti, leali e di parola, sono sempre più merce rara in un mondo in cui domina la logica del potere economico. Ma sono ancora più onorato, perché è un riconoscimento corale che va all’impegno di tutto lo staff del CSV Salento, un riconoscimento che è dunque all’indirizzo politico che in questi anni abbiamo saputo orientare come Consiglio direttivo, e tecnico perché le buone idee poi camminano sempre sulle gambe degli operatori che le traducono in prassi”.

La premiazione si è tenuta oggi pomeriggio a Lecce presso la Sala Congressi dell’Ecotekne dell’Università del Salento in via Monteroni.

Nessun Commento

Sia i commenti che i trackback sono disabilitati.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Spiacente, i commenti sono chiusi.