header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

Aloisi: “Il Governo-Fitto fu addirittura premiato. Vendola cambi avvocato politico ed Introna stia al suo posto”

Il Consigliere regionale PdL-Forza Italia Aldo Aloisi ha diffuso la seguente nota.
Dispiace dover contraddire il Presidente Introna, sceso impavidamente quanto improvvidamente in campo in difesa del suo compagno di Partito, nonché dante causa, nostro Governatore, sulla vicenda della perdita degli 80 milioni di euro comunitari.
Se, prima di difendere ed insinuare a prescindere, avesse letto lo stesso comunicato del Suo assistito, avrebbe saputo che il rendiconto sui fondi 2000-2006 era stato approvato senza riserve dagli organi comunitari e che le contestazioni si riferiscono a successive carenze di controlli di cui a sollecitazioni rimaste inascoltate del 2007 prima e del 2009 poi.
A ciò devo aggiungere, avendo vissuto in prima linea la gloriosa stagione del governo-Fitto, della cui scia ha ampiamente beneficiato anche Vendola prima di rovinare tutto, che esso meritò e conseguì tutte le ‘premialità’ comunitarie e nazionali disponibili per il suo pieno rispetto dei tempi di spesa prefissi, facendo di una Regione a lungo ampiamente inadempiente una delle più virtuose dell’intero Obiettivo 1 a livello continentale.
Ma anche sul ricorso respinto, di cui Vendola rivendica la sua parte di paternità, Introna, nella fretta di allinearsi, toppa quando lo attribuisce al Governo-Berlusconi. In compenso riconosce che quella perdita è stato un danno per i Pugliesi. Forse, anche su questo, pur di soccorrerlo comunque, si è dimenticato quanto al contrario ha detto il suo assistito.
Se possiamo dare infine un consiglio al nostro Governatore, cambi avvocato politico. Così anche restituendoci un Presidente del Consiglio che sappia stare al suo posto”./

Nessun Commento

Sia i commenti che i trackback sono disabilitati.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Spiacente, i commenti sono chiusi.