header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

Campi: Bilancio positivo per Città del Libro 2014

Fabio Sirsi: “Con il settore editoriale in flessione, a Città del Libro registriamo un aumento del 20% delle vendite”

 

La XX edizione di Città del Libro, Rassegna Internazionale degli Autori e degli Editori, si conclude con un bilancio soddisfacente.

Il giudizio da parte delle case editrici presenti tra gli stand è molto positivo. A Città del Libro si è tornato a vendere libri, a diffondere cultura, a leggere. Questa ventesima edizione della rassegna ha registrato un notevole aumento delle vendite per il settore. Numeri che fanno ben sperare l’organizzazione della Città del Libro, con il Presidente Fabio Sirsi che, a più riprese, ha espresso enorme soddisfazione.

Città del Libro 2014 riprende il percorso dello scorso anno, in cui le vendite dei libri erano salite, rilanciando ulteriormente il settore. Infatti, conti alla mano, tra gli stand dei padiglioni del Centro Fieristico, quest’anno si sono venduti molti libri.

Spazi pieni, corridoi affollati e via vai di visitatori con in mano uno più volumi. Forse non sempre il tutto esaurito per gli incontri con l’autore, ma comunque un grande afflusso di gente. Si può parlare di un’edizione che si aggira intorno alle 40mila presenza totali, spalmate nei quattro giorni, tra libri, arte, mostre, musica e cultura.

Ad essere premiato è stato il lavoro sinergico di tutto lo staff della Fondazione Città del Libro. Con passione i “Volontari del libro”, così ribattezzati dal Presidente Fabio Sirsi, hanno lavorato alacremente in questi mesi, per realizzare una manifestazione che andasse incontro ai gusti ed alle esigenze del vasto pubblico della Rassegna. Una cassa di risonanza per le novità editoriali del momento.

Apprezzamenti lusinghieri anche da parte degli operatori del settore, che già da diversi anni partecipano a questa rassegna.

Gianni Coppola – rappresentante Newton Compton, De Agostini, Fazi-Lain, Fanucci

“C’è stato un incremento delle vendite diciamo quasi del 20% rispetto l’anno scorso. Sold out dei libri, cioè sulla quantità di libri venduti. Faccio i complimenti a tutti i ragazzi dell’organizzazione. Quello che mi ha sorpreso quest’anno è stata la bravura delle guide a scaglionare le entrate delle scuole. Non ci sono stati momenti di caos o di panico, né momenti di morìa. Si sa che la Città del Libro ha nelle scuole il suo potenziale cliente, ma anche nel pomeriggio c’è stata parecchia gente di qualità, che ha dato un valore aggiunto importante alla manifestazione. Anche se a ridosso del periodo natalizio, quest’anno non c’è stata una grande richiesta di pacchi regalo; la gente ha comprato normalmente dal classico alla novità, ha spaziato un po’ su tutto. Un plauso per la buona organizzazione con le scuole con cui si è lavorato molto bene”.

Daniele Perrone – Liberia

“Le vendite sono andate bene, l’organizzazione è stata ottima. Ho notato subito la fruibilità sia negli spazi, sia nella disposizione. Ottimo anche come sono stati scaglionati i ragazzi delle scuole. Bilancio più che buono per noi. Il successo di questa edizione penso sia dovuto all’organizzazione, un’ottima organizzazione. La risposta delle scuole è importante per la buona riuscita della manifestazione e quest’anno lo abbiamo riscontrato di più rispetto l’anno scorso. Speriamo che la prossima manifestazione sia ancora più attenta al pubblico ed agli operatori del settore e che ci sia una buona riuscita come quest’anno”.

Nessun Commento

Sia i commenti che i trackback sono disabilitati.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Spiacente, i commenti sono chiusi.