header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

COMPLICITIES. A LECCE UN PROGETTO EUROPEO PER LE PERIFERIE

Domani prende il via un’altra fase del progetto interreg “Complicities” che vedrà coinvolti residenti del rione Borgo Pace. Il progetto mette al centro dello sviluppo delle periferie la creatività e le discipline artistiche.

COMPLICITIES – “COntemporary art Modeling Peripheries for LIvable CITIES”, è un  progetto internazionale (INTERREG – IPA CBC – Italy, Albania, Montenegro) che vedrà protagonisti artisti e cittadini per pensare e creare un percorso condiviso che possa avviare lo sviluppo delle periferie.

A Lecce l’area bersaglio scelta è stata Borgo Pace. Tre intense giornate di laboratori ad ingresso gratuito, il 10, 11 e 12 settembre 2020, dalle 9 alle 17.30, presso i Cantieri Teatrali Koreja, dove cittadini, residenti, artisti e creativi definiranno le linee guida per rafforzare la collaborazione tra istituzioni, creativi e abitanti nella gestione dei luoghi urbani, attraverso la loro salvaguardia, la manutenzione e la promozione, puntando allo sviluppo della creatività urbana, dell’innovazione sociale e digitale (info e prenotazioni 0832 682108 oppure scrivere a info@improvvisart.com).

Complicities farà incontrare i “locals” ad artisti pugliesi provenienti dal mondo del teatro e della danza, del design, della musica, della fotografia e del video.

Ci saranno assemblee, testimonianze, attività creative, esplorazione dei luoghi, lavori in gruppo. Partiranno dalle esperienze comuni, dalle minacce e dalle opportunità, con una definizione collettiva delle forze e delle debolezze. Punteranno alla rigenerazione di Borgo Pace attraverso lo sviluppo di buone pratiche innovative di governance suburbana e l’ideazione e realizzazione di interventi artistici che coinvolgeranno i residenti.

I partner di progetto sono: Javno preduzeće, Kulturni centar“ Bar (Montenegro), in qualità di capofila e coordinatore; Comune di Lecce (Italia); CODE – Consulting and Development Partners (Albania) e Università del Salento – Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’Uomo (Italia), in qualità di partner associato.

Perché Borgo Pace? “Borgo Pace” si estende lungo il perimetro nord-ovest della città, conta circa diecimila abitanti. A seguito di alcuni interventi di rigenerazione urbana attuati negli ultimi anni, il numero di abitanti ha ricominciato a crescere, l’età media ad abbassarsi grazie alla presenza di giovani coppie, studenti ed immigrati.  L’area però resta un contesto territoriale tendenzialmente disconnesso rispetto al più ampio spazio cittadino. Tale peculiarità rappresenta un’opportunità e, al contempo, una criticità. Questa disconnessione, infatti, ha contribuito a preservare la natura comunitaria del Borgo, la cui storia e le cui tradizioni sono vive nella memoria degli abitanti e rinsaldano il loro senso di appartenenza al territorio, anche grazie al Centro di produzione teatrale Koreja e all’animazione della Parrocchia di Santa Maria della Pace.

Nessun Commento

Sia i commenti che i trackback sono disabilitati.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Spiacente, i commenti sono chiusi.