header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

Convegno “I viaggi dell’uomo”

Domenica 5 dicembre, con inizio alle ore 18:00, presso la Sala Consiliare del Palazzo Ducale di
Martina Franca, la psicologa e poetessa Silvia Ruggiero e lo scrittore di letteratura di viaggio
Gaetano Appeso racconteranno il viaggio, inteso come percorso geografico attraverso popoli e
culture diverse, ma anche come esperienza interiore dell’essere umano, nell’ambito del convegno
“I VIAGGI DELL’UOMO”.
Conferenza stampa sabato 4 dicembre, ore 10:00, Sala degli Uccelli del Palazzo Ducale di
Martina Franca.
L’esistenza in una società articolata e pluralistica spinge alla ricerca di un consapevole sviluppo
della maturità personale; l’associazione culturale Artemozioni in collaborazione con la rivista Terre
& Culture, con il patrocinio della Città di Martina Franca, promuovono il convegno atto alla
valorizzazione di importanti tematiche socio-culturali, per sensibilizzare a rapportarsi in modo
costruttivo, propositivo e creativo con la realtà quotidiana nonché per la divulgazione di una nuova
consapevolezza legata al diverso.
Saluti istituzionali dell’Assessore allo Sviluppo Economico di Martina Franca dott. Bruno Maggi,
modera il convegno il presidente dell’ass. cult. Artemozioni Lucia Torricella, dialogano con gli
autori la scrittrice Cinzia Cofano e il dott. Michelangelo Volpe, voci in parola della Prof.ssa Maria
Carmela Ricci e Gabriella Casavola, intervalli musicali del tenore Gianni Nasti, interventi del dott.
Claudio Franzoni direttore editoriale della rivista Terre & Culture, del dott. Antonio Dellisanti editore
e del Prof. Piero Marinò storico dell’arte. Nell’ambito del convegno verranno proclamati i vincitori
del concorso fotografico “CONOSCERE PER INCLUDERE” e saranno esposti in mostra le opere
finaliste.
Lo scrittore Gaetano Appeso, con lo scopo di comprendere, descrivere e documentare culture e
tradizioni di popoli che, nonostante l’informazione contemporanea, vivono in aree geografiche che
risultano ancora parzialmente inesplorate, ha intrapreso viaggi estremi, molti dei quali in zone
remote del pianeta.
La psicologa e psicoterapeuta Silvia Ruggiero, nel suo lavoro quotidiano esplora le profondità
umane, i bisogni, le emozioni, il modo personalissimo di vedere, interpretare e vivere il mondo di
ciascuno. Viaggi all’interno dei vissuti, di ciò che guida l’agire o lo blocca, viaggi intensi dove in
pochi si spingono, in quello spazio che normalmente è sconosciuto ma che influenza il sentire e
l’agire di ciascuno. Percorsi umani che alimentano i suoi libri ricchi di storie di vita e di esperienze
straordinarie e al tempo stesso comuni in cui ciascuno si può riconoscere scoprendo il mondo
altrui.
“E’ importante viaggiare – sostengono gli autori – perché permette di vedere il mondo in modo
diverso, apre la mente, amplia la nostra visione e sviluppa in noi un senso di adattamento e

predisposizione verso ciò che viene considerato diverso”. Viaggi interni ed esterni quindi, in cui si
sperimentano esperienze straordinarie che alimentano la voglia, e spesso anche il bisogno, di
continuare a cercare frammenti di umanità. Viaggi in cui la realtà non è un dato di fatto o una verità
esterna ma una continua costruzione e ricostruzione di senso.
L’incontro pone come obiettivi primari la maturazione umana, civile e sociale della persona, il pieno
rispetto delle diversità culturali, etniche e religiose, il contrasto ad ogni forma di discriminazione.
Gli autori con i loro lavori promuovono il confronto tra le persone, un dialogo in cui, senza
giudicare, si sperimenta l’ascolto dell’altro, l’empatia, la comprensione e la condivisione di
esperienze e di vissuti perché ognuno possa sviluppare le proprie capacità e possa metterle al
servizio del bene comune, per una società più inclusiva e coesa.

Nessun Commento

Sia i commenti che i trackback sono disabilitati.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Spiacente, i commenti sono chiusi.