header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

Lecce-Juve, 1-1, premiato il coraggio dei giallorossi

di Adriana Greco

Il Lecce con Coppola in panchina al posto di Liverani squalificato schiera il 4-3-1-2 con Gabriel; Meccariello, Lucioni, Rossettini, Calderoni; Petriccione, Tachtsidis, Majer; Mancosu; Babacar, Farias.
Juventus rimaneggiata per scelta con il 4-3-1-2, in campo Szczesny; Danilo, Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic, Can; Bernardeschi; Dybala, Higuain.
Primo tempo arrembante per la Juve che costruisce trame di gioco notevoli, degne del suo primato indiscusso nella massima serie. Dybala e Higuain spaventano i giallorossi e a quest’ultimo viene anche annullato un gol per posizione di fuorigioco. Ma il Lecce punge a riprese intermittenti: Majer ha spaventato l’estremo difensore dei bianconeri e poi anche Tachtsidis e Petriccione. Ma è l’estro di Dybala a non imporsi a più riprese, fortuna per il Lecce che chiude col pari il primo tempo.
Secondo tempo che si fissa sul pareggio e così sarà fino al termine del match. Prima un rigore a Dybala, siglato con precisione e pochi minuti più tardi un’altro rigore speculare a quello della Juve con Mancosu che freddamente non fallisce. La Juventus prova l’assalto, ma, il Lecce alza il muro della resistenza e della ripartenza. Pari storico per i giallorossi alla fine della partita, risultato importante per il fortino del Via del Mare. Tifoseria impazzita e prospettive notevoli in tonalità gialla e rossa.

Nessun Commento

Sia i commenti che i trackback sono disabilitati.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Spiacente, i commenti sono chiusi.