header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

“MARS TRAVEL AWARD” AD ALESSIA DINOI A PERPIGNAN PER STUDIARE LA “DONACILLA CORNEA”

Alessia Dinoi, studente del corso di laurea magistrale in “Coastal and Marine Biology and Ecology” all’Università del Salento, ha vinto uno dei “Mars Travel Awards”, borse finanziate dal MARS – The European Network of Marine Research Intitutes and Stations per sostenere giovani ricercatori che si spostano per svolgere attività di ricerca. Grazie a questa borsa, Alessia ha potuto raggiungere il Centre de Recherches Insulaires et Observatoire de l’Environnement di Perpignan (Francia) dove, con una borsa di studio Erasmus Placement, sta lavorando alla tesi di laurea magistrale sulla connessione genica di Donacilla cornea, un mollusco bivalve che vive lungo la battigia delle coste sabbiose tra il mare Mediterraneo e il mare Nero.

«Congratulazioni ad Alessia», dice il Rettore Vincenzo Zara, «per questo bell’inizio. L’entusiasmo e la disponibilità a mettersi in gioco e confrontarsi con la comunità scientifica internazionale rappresentano due presupposti fondamentali per costruire un futuro ricco di sfide e opportunità».

> Chi è Alessia Dinoi

Alessia Dinoi, milanese, si è laureata in Scienze Biologiche con indirizzo bio-ecologico all’Università di Milano Bicocca e ha poi scelto l’Università del Salento per la laurea magistrale perché «è l’unico Ateneo in Italia», sottolinea, «che offre questo corso in lingua inglese. Alla fine del primo anno, entusiasta dei corsi seguiti e in pari con gli esami, ho fatto domanda per una borsa di studio Erasmus Placement per svolgere la mia tesi magistrale presso un laboratorio europeo. Il professor Ferdinando Boero», continua Alessia, «che coordina il progetto europeo CoCoNet, mi ha messo in contatto con il professor Serge Planes che coordina il settore della diversità genetica nel progetto CoCoNet e che è direttore del laboratorio di ricerca di Perpignan. Nel giro di pochi mesi, ho vinto la borsa di studio Erasmus Placement e il Mars Awards».

> Il progetto di tesi

Sono stati raccolti 650 campioni di Donacilla cornea lungo le coste di Bulgaria, Romania, Turchia e Ucraina per il Mare Nero, e lungo le coste della Grecia per il Mar Egeo e per il Mar Ionio. Il disegno sperimentale di tale studio consiste nell’estrarre il DNA da tutti i campioni di Donacilla cornea e di misurare la diversità genetica attraverso il confronto, tra tutti i campioni, di 15 microsatelliti, ovvero sequenze ripetute di DNA non codificante che vengono usate come marcatori molecolari. Da queste analisi genetiche si potrà ottenere la varianza e la diversità genica, testare la struttura delle popolazioni di Donacilla cornea, il flusso genico (movimento di geni tra popolazioni), identificare dove sono possibili le origini di migrazione tra i diversi siti e popolazioni, oltre a testare l’eterogeneità genica che è indice di connessione genica. I risultati ottenuti da questa ricerca verranno messi assieme a studi fatti su altre specie di molluschi, crostacei e pesci, anch’essi raccolti per il progetto CoCoNet, al fine di verificare le diverse caratteristiche in termini di ruoli ecologici e di meccanismi di dispersione. Tali studi sono a sostegno del progetto europeo CoCoNet, che ha come scopo quello di fornire linee guida per creare una rete di Aree Marine Protette in Mediterraneo e Mar Nero.

Nessun Commento

Sia i commenti che i trackback sono disabilitati.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Spiacente, i commenti sono chiusi.