header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

Nardò: l’amministrazione é favorevole alla proposta di una sepoltura più degna al partigiano Carrino

L’Amministrazione comunale favorevole alla proposta lanciata da Gianluca Fedele sull’opportunità di dare una nuova e più degna sepoltura alle spoglie del partigiano  Giuseppe Carrino. “Condividiamo appieno la proposta di Gianluca Fedele, Presidente di “Andare Oltre” di dedicare un luogo di sepoltura più decoroso al nostro concittadino Giuseppe Carrino vilmente assassinato, per mano nazista, in un’imboscata durante la guerra di liberazione dell’Italia dal nazi – fascismo.” Sono le parole dell’assessore alla Cultura Mino Nataliazio   che questa mattina ha voluto rendere pubblica la posizione dell’Amministrazione comunale favorevole alla  proposta  lanciata da Gianluca Fedele sull’opportunità di dare una nuova e più degna sepoltura alle spoglie del partigiano  Giuseppe Carrino.  L’assessore Natalizio tiene a precisare che la delicatezza della questione e l’opportunità di   individuare all’interno del cimitero uno spazio più idoneo a ricordare e a celebrare la memoria del valoroso concittadino erano state già prese in considerazione dall’Amministrazione comunale. “Già lo scorso 31 Marzo – ricorda l’assessore Natalizio – in occasione della  cerimonia di commemorazione nel Cimitero di Nardò del  Partigiano Giuseppe Carrino, una congiunta  del giovane militare aveva espresso  al Sindaco e alle autorità presenti il desiderio di vedere sepolto il proprio caro in  un luogo che potesse prestarsi meglio a  “ricordare” il valoroso combattente. E subito ci siamo di buon grado attivati. “  Il sindaco Marcello Risi aveva  infatti delegato l’assessore Natalizio  e il Consigliere Daniele Piccione ad  occuparsi della questione. Con il supporto e le competenze tecniche dell’area area funzionale che fa capo ai servizi cimiteriali è stata così individuata un’apposita area del Cimitero dove spostare le spoglie del militare e si è ritenuto opportuno realizzare sul luogo una lapide celebrativa. A breve dovrebbe essere portata all’attenzione della Giunta municipale  una delibera che formalizzi quanto già predisposto al fine di onorare  Giuseppe Carrino in  un’area  che più si presta a celebrarne il ricordo. “Spiace constatare” – conclude l’assessore – come purtroppo qualcuno ancora si ostini a non condannare l’imboscata nazista che ha provocato l’uccisione del nostro concittadino. Noi, invece, abbiamo “condannato” chi ha ucciso Sergio Ramelli, dedicando una via al giovane militante barbaramente ucciso dalla follia ideologica di qualche estremista”.

Nessun Commento

Sia i commenti che i trackback sono disabilitati.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Spiacente, i commenti sono chiusi.