header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

Porto di Otranto, Mazzei: “Saremo vigili sentinelle finché non vedremo in funzione”

La notizia del via libera da parte del Consiglio dei Ministri allo sblocco dei fondi per la costruzione del porto di Otranto, deve essere considerata a tutti gli effetti come l’annuncio migliore che il Salento potesse attendere in materia di sviluppo del territorio.

Siamo, però, soltanto al punto di partenza e non invece a quello di arrivo. Ciò significa che dinanzi ad una notizia del genere la Puglia e il Salento – e le istituzioni che rappresentano questi territori – possono comportarsi in due modi: o stendere tappeti rossi e darsi da fare con solerzia per sbrogliare tutti i lacci e lacciuoli burocratici che si presenteranno nel lungo iter, o fare, cosa in cui molti sono maestri, il lavoro oscuro di gettare sabbia all’interno di ingranaggi che dovrebbero essere, invece, oliati.

Noi, sin da ora, vogliamo stare dalla parte di chi semplifica e di chi favorisce, perché consideriamo l’opera assolutamente strategica per rendere Otranto anche infrastrutturalmente il faro del Mediterraneo.

Per questo sorveglieremo affinché, presso la Regione Puglia, non accada ciò che è accaduto con il resort di Nardò, per il quale i lavori sono stati a tal punto ostacolati che gli investitori hanno preferito alzare bandiera bianca.

Otranto e il Salento meritano quel porto e noi saremo vigili sentinelle fino a quando non lo vedremo in funzione.

Nessun Commento

Sia i commenti che i trackback sono disabilitati.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Spiacente, i commenti sono chiusi.