header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

Secondo appuntamento per Marzo d’Autrice

Secondo appuntamento per Marzo d’Autrice, rassegna culturale di incontri letterari ideata e promossa della consigliera provinciale di Parità Alessia Ferreri,  in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura della Provincia di Lecce, la Commissione provinciale Pari opportunità, e in partnership con L’Officina delle parole.

La Rassegna di incontri letterari, giunta alla terza  edizione, nata da un’idea  e organizzata dalla Consigliera Provinciale di Parità Alessia Ferreri, “con l’intento di valorizzare e avvicinare le autrici/scrittrici locali ai cittadini, promuovendo e valorizzando la cultura della differenza di genere”,  nell’appuntamento di apertura, la scorsa domenica 9 marzo scorso, ha riscosso successo e consenso di pubblico, tra emozioni letterarie e musicali.

Domenica 16 marzo, alle ore 18, nella suggestiva sala teatrino della Biblioteca provinciale “Bernardini” in piazzetta Carducci a Lecce, nuovo appuntamento della rassegna con la presentazione del libro di Annalaura Giannelli Di terra e d’anima” (Adda editore).

All’incontro interverranno Alessia Ferreri, consigliera provinciale di Parità, Simona Manca, vice presidente della Provincia di Lecce, e le presidenti delle Associazioni ex Marcelline, Fidapa Lecce e l’Officina delle Parole alla presenza di Cristina Cirillo, Giusy Ruggeri, Pompea Vergaro. Con l’autrice converserà Francesco Greco, critico letterario, alle quali si allacceranno  la voce critica di Pompea Vergaro e la voce narrante di Elisabetta Opasich, nonché le musiciste: al flauto Elena Borlizzi e alla chitarra Stefania Leo, diplomate presso il Conservatorio Tito Schipa di Lecce e le allieve del Conservatorio Tito Schipa di Lecce.

L’autrice Annalaura Giannelli esercita la professione di avvocato e si occupa anche del pianeta donna, il suo romanzo “Di terra e d’anima” è “un libro di genere, uno squarcio di vita vissuta, una analisi puntuale, attraverso il racconto di quella che era la condizione della donna nel secolo scorso. Ma anche una storia attuale, quella di una donna risoluta e volitiva dei nostri giorni, di un’emancipazione obbligata a fare i conti con l’inestricabile e complessa rete di sentimenti, relazioni, parole perdute”. … Filo rosso è l’amore per la terra d’origine raccontata con pennellate di mirabile bellezza, un viaggio della protagonista, Ginefra, giovane pittrice demotivata e in crisi, nel Salento, sua terra  d’origine, ma anche un viaggio dentro sé stessa, alla ricerca della propria identità, tra brevi storie di figure femminili, a volte sfortunate e il difficile rapporto con la madre.

Per l’intero periodo della rassegna, inoltre sempre nella sala Teatrino, sarà allestita la mostra collettiva, curata dal critico d’arte Pompa VergaroNostalgia del sublime. Il futuro alle spalle”, con opere di Donatella Nicolardi, Tiziana Shake Welling, Grazia Maria Peluso, Laura Petracca.

Ultimo appuntamento per la rassegna Marzo d’Autrice”, quello di domenica 23 marzo, sempre alle ore 18, con l’opera di Maria Rosaria Manieri Fraternità”.

Nessun Commento

Sia i commenti che i trackback sono disabilitati.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Spiacente, i commenti sono chiusi.