header photo

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale feed RSS Feed

TERREMOTO, LECCE NEI MARSI RINGRAZIA LECCE

Un secolo fa un violento terremoto si abbattè sulla cittadina abruzzese. Il capoluogo salentino fu in prima fila nella ricostruzione degli alloggi: il sindaco di Lecce Nei Marsi ringrazia e invita il collega Perrone alle celebrazioni in programma il 13 gennaio 2015

 

Lecce nei Marsi e Lecce unite nel segno della solidarietà. Il capoluogo salentino, infatti, ha avuto un ruolo di primissimo piano in occasione degli interventi post terremoto del 1915 che colpì la citta abruzzese di Lecce Nei Marsi. La significativa scoperta è stata fatta dal sindaco di Lecce Nei Marsi, Gianluca De Angelis, che ha scritto una lettera al primo cittadino leccese, Paolo Perrone, per invitarlo a partecipare alle celebrazioni che si svolgeranno nella città abruzzese il prossimo 13  gennaio 2015, ad un anno esatto da quel terribile evento.

“Tutta la Marsica in provincia dell’Aquila – ricorda il sindaco De Angelisfu colpita da un violento terremoto di gravi proporzioni che distrusse quasi interamente il territorio del Fucino da Avezzano a tutti i piccoli centri. Anche il mio piccolo paese, Lecce Nei Marsi, fu coinvolto in maniera massiccia in questo triste evento. Dalla documentazione in nostro possesso, perlopiù scarsa, risulta che il peso maggiore della ricostruzione negli anni successivi lo sopportò la vostra città di Lecce. Forse per il nome che ci accomunava e che ci accomuna, la popolazione del Salento, con la città di Lecce in prima fila, spinta da un forte spirito di solidarietà, si adoperò per la raccolta di fondi ingenti che inviò da noi e grazie ad essi fu possibile costruire numerosissimi alloggi per una sistemazione temporanea della popolazione cosi gravemente colpita. Questi alloggi sono stati abbattuti solo negli anni ’70, ma per mezzo secolo sono stati la nostra salvezza e di questo vi saremo eternamente grati”.

“Il prossimo 13 gennaio 2015 – conclude il primo cittadino di Lecce Nei Marsi, Gianluca De Angelisricorre il centenario del terremoto; in ricordo del vostro impegno e del vostro spirito di solidarietà e per un ringraziamento, seppur postumo e forse fuori tempo, ho il piacere di invitarla per tale data in occasione delle celebrazioni che si terranno anche nel nostro paese. Questo invito vuole non solo colmare una nostra gravissima lacuna nei vostri confronti che dura ormai da un secolo, ma, almeno nelle nostre intenzioni, vorrebbe essere l’occasione per stringere un rapporto duraturo per gli anni a venire basato su uno spirito di dialogo e di collaborazione per quanto è nelle nostre possibilità”.

Il sindaco Paolo Perrone, dal canto suo, ha accettato di buon grado l’invito del suo collega abruzzese per la manifestazione del prossimo 13 gennaio, assicurando la propria presenza in rappresentanza dell’intera comunità leccese

Nessun Commento

Sia i commenti che i trackback sono disabilitati.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Spiacente, i commenti sono chiusi.